logo-mini
UniCredit:

SOMMARIO

Calano i tassi, si riduce la durata, le soluzioni migliori sono per chi copre il 50% del valore dell’immobile. Come sta andando realmente il comparto dei mutui? E cosa bisogna aspettarsi nel prossimo futuro? Of-osservatorio finanziario lo ha chiesto a Massimo Macchitella, Responsabile prodotti e servizi Real Estate di UniCredit. Che ha spiegato le attuali strategie dell’istituto e ha annunciato il lancio a breve di due nuovi prodotti alternativi al mutuo

UniCredit: "Abbiamo rilanciato il mutuo. Ora anche leasing abitativo e prestito vitalizio"

Ha rilanciato i mutui due anni fa, e da allora con spread sempre più bassi. E ha un finanziamento, Mutuo Cambio Casa, che consente di acquistare una nuova casa prima di aver venduto la vecchia. Ma le novità per UniCredit non sono finite. Massimo Macchitella, Responsabile prodotti e servizi Real Estate di UniCredit, ha infatti anticipato a Of-Osservatorio finanziario il lancio di due prodotti che potranno essere delle valide alternative ai mutui: il leasing abitativo e il prestito ipotecario vitalizio. Ma ha parlato anche dell’attuale situazione economica e delle previsioni per il futuro.

Of: Cosa ci dobbiamo aspettare da UniCredit nel prossimo futuro?
Macchitella: Entro il primo semestre del 2016 ci saranno grandi novità nel settore dei finanziamenti. Si tratta di soluzioni alternative che completano un’offerta già molto ricca.

Of: Quali sono?
Macchitella: La prima è il lancio del leasing abitativo, che consentirà soprattutto ai giovani under 35 di poter beneficiare di importanti vantaggi fiscali, fino a un massimo di 8.000 euro di termini di rate annue detraibili.

Of: Questa potrebbe essere la soluzione per i giovani che hanno sempre maggiori difficoltà nell’ottenere un mutuo…
Macchitella: Esatto, potrebbe rappresentare una valida alternativa rispetto al mutuo, per i giovani. Il leasing infatti, prevedendo un valore di riscatto finale può consentire rate più basse. Quindi un giovane all’inizio pagherà meno ma alla conclusione del contratto, magari con una migliore situazione lavorativa, potrebbe avere meno difficoltà a coprire il valore di riscatto.

Of: E la seconda novità?
Macchitella: È Prestito Valore Italia. Si tratta di un prestito ipotecario vitalizio richiedibile da chi ha più di 60 anni che consente di ottenere un finanziamento mettendo un’ipoteca sulla propria abitazione.

Of: Ma parliamo del contesto generale, come sta andando il comparto mutui?
Macchitella: Sta andando molto bene. Procede la crescita dell’erogato. E le compravendite assististe da mutui sono cresciute del 10%.

Of: Gli spread sono bassi, anche sotto all’1%. Ma la percentuale finanziata (il Loan to Value) per avere accesso a tassi competitivi è sempre più bassa, intorno al 50%-60%, perché?
Macchitella: Spread così bassi sono favoriti dalle condizioni più competitive del mercato. Ma è tutta la struttura che si è abbassata, non solo l’offerta dedicata ai bassi il Loan to Value che rappresenta una solida “proxy” dei clienti con miglior merito creditizio.

Of: E l’opzione preferita sembra essere quella del tasso fisso….
Macchitella: Esatto, perché in una situazione economica eccezionale come quella attuale, con tassi nulli o negativi, la clientela approfitta nel fissare una rata a condizioni molto vantaggiose con la tranquillità che non muterà più in futuro.

---- Of: Un ruolo importante è attualmente giocato dalla surroga. In molti istituti una cospicua percentuale proviene dai trasferimenti, anche intorno al 30-40%, è così anche per UniCredit?
Macchitella: La prima cosa da dire è che dopo un boom dei precedenti mesi il comparto delle surroghe si sta stabilizzando. Per quanto ci riguarda noi non abbiamo adottato una politica che ha previsto di “puntare” tutto sulla surroga e la sua percentuale non è mai stata molto alta perché non è tra i nostri obiettivi prioritari, infatti ci attestiamo attorno al 20%.

Of: Avete e state investendo molto sui mutui in termine di campagna. Ad esempio le telepromozioni a Sanremo. Dopo anni in cui il mutuo è stato lasciato in disparte, state tornando a puntare su questo prodotto? E quali sono stati i ritorni da queste iniziative promozionali?
Macchitella: La prima cosa che vorrei segnalare è che noi abbiamo rilanciato i mutui già a partire da 2 anni fa, e siamo stati i primi. Promozioni e campagne, come quella di Sanremo, sono ovviamente molto impattanti e registriamo un’impennata dei preventivi, per poi tornare a livelli più fisiologici dopo alcuni giorni.

Of: Su quale tipologia di mutuo avete maggiormente puntato?
Macchitella: Dipende tutto dal contesto, ma molta attenzione è stata data al nostro nuovo Mutuo Cambio Casa.

Of: Di cosa si tratta?
Macchitella: È una nuova soluzione molto particolare e unica sul mercato, che consente di richiedere un finanziamento per l’acquisto di una nuova casa prima di aver venduto la vecchia. Il tutto consentendo di avvalersi delle nuove agevolazioni previste dalla Legge di Stabilità che consente di ottenere i benefici prima casa anche senza aver venduto il precedente immobile.

Of: UniCredit dispone anche di una società di intermediazione immobiliare, UniCredit Subito Casa, per accedere a questo tipo di mutuo è necessario affidare alle vostre agenzie l’esclusiva della vendita del vecchio immobile?
Macchitella: Assolutamente no, un cliente può richiedere Mutuo Cambio Casa anche se la casa è in vendita presso un’altra agenzia.

Of: Si è parlato anche di nuove soluzioni collegate al rent to buy…
Macchitella: La soluzione di riscattare l’immobile affittato detraendo dal costo totale gli affitti mensili già versati non sta avendo grande successo, soprattutto a causa di problematiche giuridiche. UniCredit ha però inserito una clausola legata al rent to buy nel suo Voucher Mutuo, che consente di pianificare al meglio l’acquisto della casa perché si può conoscere in qualsiasi momento l’importo di mutuo che può essere concesso.

Of: Tornando al contesto generale, quali sono le previsioni per il futuro?
Macchitella: Fare previsioni non è il nostro mestiere, ma penso che con tutta probabilità i tassi resteranno ai livelli attuali ancora per un po’.

© Of-Osservatorio finanziario - riproduzione riservata

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito