logo-mini
Best in Europe 2019: la top ten delle mete imperdibili (seco... OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

Dalle scogliere a picco sul mare delle Isole Shetland ai castelli medievali che troneggiano sui verdi pascoli del piccolissimo Liechtenstein. Passando per la vivace Lione, in Francia, e la pittoresca Vevey, in Svizzera, fino ad arrivare in Istria, Croazia. Torna come ogni anno la classifica Best in Europe di Lonely Planet. Ecco le 5 destinazioni che chiudono la top ten del 2019 in cui vale la pena programmare un viaggio

Best in Europe 2019: la top ten delle mete imperdibili (seconda parte)

» Vai alla fotogallery



Dalle scogliere a picco sul mare delle spesso ignorate Isole Shetland, al largo delle coste scozzesi, ai castelli medievali che troneggiano su paesaggi alpini e ampi pascoli verdi nel piccolissimo Liechtenstein. Passando per la vivace Lione, in Francia, e la pittoresca Vevey, in Svizzera, dove ogni 20 anni si celebra il buon vino durante l’attesa Fête des Vignerons. Fino ad arrivare in Istria, Croazia, dove ammirare la splendida costa assaporando il pesce freschissimo pescato ogni mattina. Se si vuole programmare un viaggio per i prossimi mesi, queste sono le mete consigliate da Lonely Planet nella sua annuale classifica Best in Europe. Ecco le 5 destinazioni che chiudono la top ten del 2019 (qui le prime 5). E perché vale la pena organizzare un viaggio in queste terre proprio quest’anno.

6. Shetland, Scozia


Si trovano nel punto più settentrionale del Regno Unito, e sono un arcipelago sub-artico della Scozia dalla cui costa distano poco più 170 chilometri. Le Isole Shetland formano parte della divisione esistente tra l'Oceano Atlantico a ovest e il Mare del Nord a est. E sono quindi battute costantemente dai vinti. Di solito largamente ignorate dai turisti, secondo Lonely Planet, meritano assolutamente una visita, soprattutto per le bellezze naturali che si possono ammirare. Ci sono magnifici sentieri litoranei e una variegata fauna selvatica che consente ai più temerari di avvistare lontre e orche. I pony vagano in libertà brucando l’erba, e non è raro imbattersi in questi animali, la cui colonia più consistente si trova su Unst. Mentre la sera ci si può recare in uno dei tantissimi localini che servono pesce freschissimo (e soprattutto fish and chips) insieme a dell’ottimo whisky.

Non mancano poi le feste tradizionali che riflettono e riproducono il folclore norreno e scozzese. Le isole Shetland, infatti, verso il IX secolo furono invase dai Vichinghi e divennero una colonia norvegese per circa 500 anni. Ecco, dunque, che le origini antiche vengono celebrate con numerose feste a tema. Su tutte, vale la pena assistere al festival del fuoco vichingo Up Helly Aa. Si celebra dal 1881 nell’ultimo martedì di gennaio quando le principali località delle isole, su tutte il centro di Lerwick (il più popoloso di tutto l’arcipelago), si animano di canti, balli e processioni per celebrare la tradizione vichinga delle Shetland.

7. Lione, Francia


Sebbene non possa vantare la fama (e le bellezze) di Parigi, Lione nel 2019 sarà al centro dei riflettori internazionali grazie a due eventi che catalizzeranno l’attenzione del grande pubblico: le finali della Coppa del Mondo Femminile FIFA, che si svolgeranno a luglio. Non solo: secondo Lonley Planet, anche la recente nomina da parte dell'UE a capitale europea del turismo intelligente, potrebbe portare in città un numero consistente di turisti che, assicura la community di blogger e viaggiatori, non resteranno delusi. Lione, infatti, sorge alla confluenza del Rodano e della Saona e vanta dunque due lungofiume molto belli, perfetti per passeggiare, e attraversati da numerosi ponti e passerelle. Ma vale la pena anche visitare il centro storico: ricco di tradizione e di monumenti interessanti che ripercorrono le origini antiche della città, che si ritiene risalgano addirittura all’epoca romana. Ecco perché 500 ettari del suo centro sono stati classificati dall'Unesco nel 1998 come patrimonio mondiale dell'umanità.

Da visitare assolutamente Place des Terreaux: la piazza è il cuore pulsante della città e ospita una fontana ottocentesca di Bartholdi, l’Hotel de Ville e l’edificio seicentesco che ospita il Museo di Belle Arti. La Cattedrale di Sant Jean, con la sua facciata in stile gotico, ospita al suo interno uno degli orologi astronomici più antichi d’Europa. Mentre dalla Basilica di Notre-Dame de Fourvière si può ammirare Lione dall’alto, grazie alla sua posizione privilegiata sulla collina di Fourvière.

» Continua a leggere



Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito