logo-mini
Da Nord a Sud: le sagre dell’estate che celebrano il meglio ... OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

In Abruzzo si può assaporare la scurpella: un fritto a base di pasta lievitata. La Toscana festeggia il suo tipico raviolo fatto a mano e servito con ragù o burro e salvia. In Sicilia, il protagonista assoluto è il cous cous, il piatto simbolo di pace e integrazione. In Emilia Romagna si torna indietro nel tempo con i piatti della tradizione ferrarese. In Veneto, invece, c’è la festa dell’Uva più antica d’Italia

Da Nord a Sud: le sagre dell’estate che celebrano il meglio dell’enogastronomia made in Italy

» continua a leggere



L’Italia, patria del buon cibo e di tradizioni culinarie e culturali antichissime, celebra periodicamente le sue eccellenze enogastronomiche con eventi e sagre popolari che permettono di assaporare il meglio della cucina locale nella splendida cornice di antichi borghi medievali e città costiere, da Nord a Sud. E l’estate, complice anche il bel tempo che consente di festeggiare all’aria aperta nelle piazze affollate di turisti, è il periodo migliore per partecipare. Ecco alcune manifestazioni da non perdere (qui in ordine cronologico).

ABRUZZO
Civitella Alfedena è il più piccolo comune del parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. È un antico borgo medievale, arroccato su uno sperone che domina la sponda meridionale del lago di Barrea, ed è stato insignito dal Touring Club con la celebre “bandiera arancione” utilizzata per indicare i 241 borghi dell'entroterra che si distinguono per le loro qualità turistiche e ambientali. È qui che il 19 agosto si celebra la scurpella: un fritto a base di pasta lievitata che viene preparato da tempi antichissimi dalle donne del posto per celebrare le grandi occasioni come battesimi, fidanzamenti e matrimoni. Così, ogni anno, nella seconda settimana di agosto, le donne lavorano tutta la notte alla preparazione dell'impasto che lasciano poi lievitare per otto ore, prima di friggerlo e di offrirlo ad abitanti e turisti durante la folkloristica manifestazione che animerà le strette vie del borgo con musiche, canti e balli.

TOSCANA
Dall’11 e fino a Ferragosto a Radicofani, piccolo comune nel cuore della Val d'Orcia in provincia di Siena, si può assaporare il meglio della cucina toscana. Ogni anno, infatti, si celebra la tradizionale Sagra del Raviolo, una manifestazione giunta alla 47° edizione e che accoglie numerosi visitatori e buongustai. Tra le specialità locali che si possono assaporare, svetta su tutti il tipico raviolo fatto a mano dalle donne del posto e servito con ragù o con burro e salvia. Ma non mancano anche altri piatti della tradizione come bruschette, tris di cacio e pere, carne alla brace, trippa, stinco di maiale al forno, fagioli all'uccelletto con salsiccia e frittura di pesce.

» continua a leggere



Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito