La mia banca virtuale. Prima della sfida di Google e Apple

E’ stato uno dei pionieri italiani dell’home banking. E oggi sta trasportando la banca anche sui cellulari e i tablet. Alessandro Colafranceschi, responsabile europeo del Global Online Banking di Unicredit, racconta i 10 anni che hanno cambiato il nostro rapporto con il denaro, e sfida il futuro: “I nostri concorrenti non saranno Google e Apple. Solo le banche sanno gestire i soldi e i pagamenti di individui e imprese”
di: Teo Baldosan
14 Giugno 2011
Condividi
Articoli correlati

Bollettino aprile. I trend del mese

Redazione5 giorni fa

Of-MigliorMutuo Innovativo 2014

Elisa Vannetti33 giorni fa

Of-MigliorMutuo Europeo 2014

Eleonora Riva33 giorni fa

Of-MigliorMutuo a Tasso Fisso 2014

Eleonora Riva33 giorni fa

Eccola qui. Da oggi questa è la banca

Elisa Vannetti54 giorni fa

Bollettino marzo. I trend del mese

Redazione38 giorni fa

Il web l’ha percorso tutto, in lungo e in largo, fin dagli esordi. Nel 2000 era in Kataweb, uno dei primi “eventi” internettiani italiani, il portale di punta del Gruppo l’Espresso. Poi, dal settembre 2002 all'agosto 2004, è stato direttore marketing e vendite a Vivacity, un prototipo di informazione locale e marketing, parte di Unicredit Group, la banca che si è spesa molto per affiancare al canale di vendita della filiale anche l’online. Oggi, Alessandro Colafranceschi, laurea in economia presso l'Università La Sapienza di Roma, è un interlocutore prezioso per raccontare e comprendere i 10 anni dell’home banking italiano. Anche perché è ancora in prima fila a guidarne l’evoluzione: è il responsabile europeo del Global Online Banking di Unicredit, colui che, tra l’altro, sta trasmigrando la banca oltre che sul pc anche sui cellulari e sugli ultimi nati tra i prodotti informatici, i tablet. Per la serie di interviste sui 10 anni dell’Home banking in Italia, è la volta del manager Unicredit

Of: Festeggiamo i primi 10 anni dell'home banking. Lei nel 2001 di cosa si stava occupando e come ricorda quell'anno?
Colafranceschi: Nel 2001 ero in Kataweb, con la responsabilità di sviluppare il business online e l'area eCommerce della grande start-up del Gruppo Editoriale L'Espresso. L'aria che si respirava era di grande eccitazione. Poi, nel 2002, venne Vivacity un progetto editoriale sviluppato da Kataweb in joint venture con Unicredit. Un portale editoriale che si occupava di commercio elettronico e pubblicità locale di cui divenni direttore marketing e vendite. Tutto doveva essere fatto e fatto in fretta. Si apprendevano tecniche nuove, un nuovo linguaggio. Negli USA, era esploso il mito Internet e anche da noi bisognava fare qualcosa seguendo le orme dei portali statunitensi: quindi eravamo concentrati a sviluppare siti di e-commerce, community, forum e così via.

Of: Il web 2.0 con 10 anni di anticipo?
Colafranceschi: Sì. Eravamo sicuramente in anticipo sui tempi. Ma il pubblico italiano non era ancora pronto a quel tipo di innovazione. Detto con franchezza: non ci si guadagnava ancora nulla.

Pagine: 1 2 3 4 5 Avanti







MUTUI

Diventa socio. Hai un mutuo super scontato

Eleonora Riva6 giorni fa

Of-MigliorMutuo 2014/ Le nomination

Redazione44 giorni fa

Sogno di un mutuo perfetto

Elisa Vannetti130 giorni fa
ALTRE NEWS

Diventa socio. Hai un mutuo super scontato

Eleonora Riva6 giorni fa

Of-MigliorMutuo 2014/ Le nomination

Redazione44 giorni fa

Sogno di un mutuo perfetto

Elisa Vannetti130 giorni fa